Personale affidabile, sensibile e qualificato

La gestione operativa è assicurata dalla presenza di uno staff qualificato, composto da psichiatri, psicologi, coordinatori di Struttura, infermieri professionali, educatori e tecnici della riabilitazione, operatori assistenti ed ausiliari, secondo le indicazioni fissate dagli standard regionali previsti per l’accreditamento. Ad essi si aggiunge il personale amministrativo e quello dedicato ai servizi tecnici.

I CV del nostro staff

Giorgio Rivetti

Coordinatore del Laboratorio

Contatti: grivetti@asfra.org

Nato a Milano nel 1964 dove consegue la maturità scientifica presso il Liceo Scientifico XIII e successivamente la laurea in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Milano con indirizzo artistico, frequentando al contempo l’Accademia Teatrale dei Filodrammatici.
Sarà proprio l’esperienza teatrale a favorire l’incontro con il mondo del disagio psichico, quando negli anni ’90 nasce la prima collaborazione con la Fondazione As.Fra.-Casa Iris, per la quale organizza dei corsi di animazione teatrale e di educazione all’immagine (Corsi sul linguaggio cinematografico, realizzazioni video, attività di cineforum).
Dopo una parentesi aziendale (marketing e controllo di gestione), nel 2002 consegue un Master in “Organizzazione e Gestione dei Servizi Sociali per la Formazione di Manager Sociali” presso la S.D.A. dell’Università Bocconi di Milano, e dal novembre dello stesso anno diviene responsabile del Centro di Lavoro assistito della Fondazione, coordinando un gruppo misto tecnico/educativo con un’utenza di 20 pazienti psichiatrici. Obiettivo raggiunto: riqualificare il ruolo del “Laboratorio” passando da una dimensione di officina artigianale a un‘attività con un assetto più tecnico-industriale in linea con la mission riabilitativa della Fondazione.
Dopo una parentesi, nel corso degli anni 2010 e 2011, durante la quale ha coordinato la fase di avvio del Centro Diurno, dall’inizio del 2012 è tornato ad occuparsi degli aspetti gestionali e operativi delle attività di Laboratorio della Fondazione, nell’intento di esplorare nuove possibilità di contatto tra mondo della riabilitazione e mondo del lavoro e delle attività produttive.

[Note biografiche aggiornate al febbraio 2012]