Lo scopo del lavoro riabilitativo

…consiste nell’individuare e attuare le possibili forme di sostegno, così da aiutare il paziente a riacquistare maggiore autonomia e indipendenza nella vita quotidiana: cura della persona, igiene personale, capacità relazionale, capacità di muoversi autonomamente nell’ambiente esterno.
art. 1 del Regolamento interno delle Strutture Residenziali della Fondazione AS.FRA.

La bacheca di AS.FRA.

News ed eventi - dicembre 2013

A conclusione di un anno di lavoro ricco di avvenimenti, prepariamoci a celebrare il Natale e ad accogliere il Nuovo Anno 2014

14 dicembre 2013 - Come è ormai tradizione, condividiamo un momento di familiarità tra operatori, amici, ospiti e famiglie

Dopo avere preso in considerazione l’idea di introdurre qualche variazione all’immagine che nel corso degli ultimi cinque anni abbiamo dato alla Festa di Natale e dopo avere molto dibattuto se fosse stato meglio attenerci a questa nostra piccola “tradizione” oppure se fosse stato preferibile introdurre qualche cambiamento, abbiamo deciso di ritrovarci insieme riproponendo il programma degli scorsi anni, tanto gradito era il ricordo delle Feste di Natale che abbiamo trascorso insieme in AS.FRA.
La tradizione così è stata riconfermata, seppure con un tocco di novità, costituito – per chi ha partecipato alla Messa celebrata nella Cappella di Casa San Paolo – dalla nuova veste che, per l’appunto, la nostra Cappella ha assunto, al termine dei lavori di ristrutturazione che l’hanno condotta a diventare veramente un luogo che invita al raccoglimento e alla preghiera.
Dopo la Messa, celebrata dal cappellano della Fondazione don Ubaldo Orlandelli, affiancato dal parroco di Vedano don Eugenio Dalla Libera, tutto è proseguito con semplicità e ritmo: il saluto del sindaco di Vedano, ing. Renato Meregalli, accompagnato dall’Assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali, arch. Innocenza Baiardi, ormai di casa in AS.FRA.; il bilancio dell’anno che sta per concludersi, da parte del Presidente dott. Mandelli, che ha potuto così comunicare gli sforzi e le realizzazioni a cui sono state dedicate quest’anno le energie dell’ente.
Ha concluso questo momento una esibizione del coro, che ha proposto quattro brani – uno tratto dal repertorio operistico verdiano (Va’ pensiero), uno pop (Quando una stella muore, di Giorgia), uno natalizio della tradizione inglese (We wish you a Merry Christmas) e un Gospel (Oh happy day) – tutti molto apprezzati.
È seguito poi il pranzo, ospitato in ciascuna delle quattro comunità e nel Centro Diurno, a cui hanno partecipato circa 320 persone e – da ultimo – l’offerta dei doni personalizzati a ciascuno degli ospiti e di un piccolo pensiero per ciascuna famiglia presente.

Allegati

il messaggio del Presidente