Lo scopo del lavoro riabilitativo

…consiste nell’individuare e attuare le possibili forme di sostegno, così da aiutare il paziente a riacquistare maggiore autonomia e indipendenza nella vita quotidiana: cura della persona, igiene personale, capacità relazionale, capacità di muoversi autonomamente nell’ambiente esterno.
art. 1 del Regolamento interno delle Strutture Residenziali della Fondazione AS.FRA.

La bacheca di AS.FRA.

News ed eventi - giugno 2016

Teatro in As.Fra.

25 giugno 2016, ore 16:30 - Spettacolo del Corso di Teatro svolto dal Laboratorio Teatrale di AS.FRA., presso l’Auditorium della Fondazione

A conclusione dell’attività dell’anno 2015-2016, il Laboratorio teatrale del Centro Diurno “Eudossia”, condotto dagli attori Carlo Rossi e Piero Lenardon coadiuvati dalla coordinatrice del Centro Silvia Papini e dall’operatrice Danila Oggioni, invita a uno spettacolo aperto a tutti, dal titolo:

                        O LA VA… O LA SPACCA!

            (Incontro valido per il titolo dei pesi clown)

Seguirà rinfresco.

Allegati

La locandina dello spettacolo

Intervento all’evento formativo accreditato ECM per gli operatori della Fondazione Maddalena Grassi

Vigevano, 8 giugno 2016 - Conferenza svolta dal Direttore Clinico di AS.FRA. sul tema: “La presa in carico residenziale del paziente psichiatrico: dalla riabilitazione alla domanda di cura”

La tradizionale concezione della riabilitazione come momento che succede alla cura, per stabilizzarne gli effetti o per aiutare il soggetto a recuperare la piena efficienza di funzioni colpite dalla malattia, è stata capovolta dal dr. Cavalleri, che propone di intendere l’intervento riabilitativo come quel complesso di azioni il cui scopo consiste proprio nell introdurre, o risvegliare, nel malato il desiderio della guarigione. È solo il desiderio di guarigione, infatti, che rende possibile la cura (e, sopra ogni altra, la cura psicologica), in quanto il desiderio (tradotto in termini psicologici: la motivazione) costituisce il “serbatoio” necessario e insostituibile dell’energia richiesta da ogni processo di cura, per renderne possibile lo svolgimento. 

Questo è il messaggio che il dr. Cavalleri ha lanciato nel contesto dell evento formativo intitolato “Dal superamento del manicomio ai servizi territoriali: evoluzione e prospettive dell’assistenza e cura psichiatrica”, organizzato dalla Fondazione Maddalena Grassi per i propri operatori delle Strutture di accoglienza di Vigevano, Concorezzo e Seveso.