Lo scopo del lavoro riabilitativo

…consiste nell’individuare e attuare le possibili forme di sostegno, così da aiutare il paziente a riacquistare maggiore autonomia e indipendenza nella vita quotidiana: cura della persona, igiene personale, capacità relazionale, capacità di muoversi autonomamente nell’ambiente esterno.
art. 1 del Regolamento interno delle Strutture Residenziali della Fondazione AS.FRA.

La bacheca di AS.FRA.

News ed eventi - luglio 2017

Nuovi “mezzi” per la Fondazione As.Fra.

- Nel quadro di una generale opera di manutenzione e ammodernamento

E’ un pulmino a nove posti fresco di fabbrica il nuovo mezzo di cui si è dotata oggi As.Fra. per supportare il lavoro di quanti ogni giorno sono impegnati nelle attività assistenziali e riabilitative. Sarà usato per raccogliere i più di quaranta ospiti del centro diurno sul territorio, per accompagnare i pazienti nelle loro incombenze fuori dalle comunità, come mezzo di trasporto per gite e uscite culturali (ad esempio la ricorrente visita al Teatro alla Scala per assistere alle “prove aperte”) e per vacanze vere e proprie che stanno per cominciare per tutti i reparti.

Il nuovo mezzo è stato benedetto oggi dal cappellano don Vincent. 

“E’ in atto da mesi un processo di razionalizzazione delle risorse” – ha detto il Presidente dott. Alessandro Pirola – “che ha permesso di allocare maggiori budget alla riqualificazione dei mezzi e dell’ambiente in cui i pazienti vivono e noi lavoriamo: il nuovo van è frutto di questo”. Già nel corso dello scorso inverno As.Fra. aveva avviato un progetto di manutenzione interna, che ha visto, nuove coibentazioni, l’imbiancatura di gran parte delle stanze, il rifacimento di parte degli impianti di riscaldamento, e, tra le altre, un’iniziativa di decorazione degli ambienti anche ad opera dei pazienti, nell’ambito di un progetto di arte terapia. 


Fotogallery

Inaugurazione al Centro Diurno

Venerdì 7 luglio -

Preceduta da una prova aperta dello spettacolo teatrale che la compagnia Portamivia (composta da pazienti e operatori di As.Fra.) presenterà alla rassegna “Far Rumore” il prossimo autunno, si è inaugurata venerdì scorso la grande opera collettiva che fà mostra di sé all’ingresso del Centro Diurno.

Si tratta di un murales di circa 4 metri per 3, che raffigura il grande tappeto di Eudossia, una delle città invisibili raccontate da Italo Calvino da cui prende il nome la struttura.

La realizzazione dell’opera è parte integrante del programma di arte terapia e ha coinvolto utenti e operatori per oltre un mese. Al taglio del nastro erano presenti autorità civili - il sindaco di Vedano al Lambro, dott. Renato Meregalli, il direttore del distretto dell’ATS Brianza dott. Lorenzo Brugola - e religiose, il parroco don Eugenio Dalla Libera e il cappellano della Fondazione As.Fra don Vincent Nagle. Il Presidente di As.Fra. Alessandro Pirola ha annunciato a margine che il Centro Diurno Eudossia diventerà a breve sede della scuola di pet therapy.

Allegati

Leggi l’articolo su "il Cittadino"

Fotogallery