Lo scopo del lavoro riabilitativo

…consiste nell’individuare e attuare le possibili forme di sostegno, così da aiutare il paziente a riacquistare maggiore autonomia e indipendenza nella vita quotidiana: cura della persona, igiene personale, capacità relazionale, capacità di muoversi autonomamente nell’ambiente esterno.
art. 1 del Regolamento interno delle Strutture Residenziali della Fondazione AS.FRA.

La bacheca di AS.FRA.

News ed eventi - settembre 2017

Adele Bonolis, Serva di Dio

- Una nuova brochure racconta la vita della sulla fondatrice di AS.FRA. Per tutti, in segreteria

Tre sono i principi fondamentali su cui ha basato la sua azione: prudenza, previdenza e provvidenza. Per lei la persona viene prima di tutto, senza un giudizio sul passato, ma con il desiderio di “esaltarne le capacità affinché possa riuscire muoversi con le proprie forze”.

Adele Bonolis, Serva di Dio in odore di beatificazione, ha fondato quattro opere, tutte dedicate all’accoglienza e alla cura di quanti vivono, diremmo oggi con le parole di Papa Francesco, esistenze “alla periferia dell’umano”.

Tra queste AS.FRA., presso la quale è disponibile una mostra anche in forma itinerante che ne illustra le principali tappe di vita. Da oggi i pannelli della mostra sono disponibili anche in formato brochure, strumento di approfondimento e di diffusione a disposizione di tutti i dipendenti, collaboratori, pazienti e famiglie. Lo trovate in segreteria.


Fotogallery

Il lavoro in As.Fra.: affrontare il quotidiano e progettare il futuro come occasione per confrontarsi con il senso dell’opera

Mercoledì 20 settembre 2017 - Riprende il programma di Formazione ed aggiornamento del personale

E’ stato il Presidente dott. Alessandro Pirola, introdotto dal Direttore Clinico dr. Pietro R. Cavalleri e coadiuvato dai collaboratori Agnese Rimoldi e Gianni Cambiaghi, ad aprire il ciclo autunnale degli incontri formativi per dipendenti e collaboratori della Fondazione.

La lezione, dal titolo Il lavoro in As.fra.: affrontare il quotidiano e progettare il futuro come occasione per confrontarsi con il senso dell’opera ha tratteggiato a tutto campo ciò che si è fatto nell’ultimo biennio e soprattutto ciò che si è messo in cantiere in termini di bilancio, organizzazione, sviluppo dell’offerta di cura.

“As.Fra. ha i numeri, l’organizzazione e la performance di un’azienda” – ha detto Pirola – “ma nessuno di noi troverebbe tale definizione sufficiente, perché c’è qualcosa in più”. E’ il carisma dell’origine, impresso dalla Fondatrice e mutuato dai suoi successori, che permea la nostra opera, pur nel rigore e talora nella fatica che richiede.

“Lavoriamo nel quotidiano” – ha concluso il Presidente – “tenendo presente il motivo per cui siamo al mondo e lavoriamo: investire i talenti che abbiamo nel riverbero di quell’origine che non è solo di As.Fra., ma di tutti noi”. 

Professione e tecnica, pur espresse ai massimi livelli, da sole non esauriscono il loro compito.


Fotogallery

Al via “Far rumore, azioni per la salute mentale". As.Fra. e’ presente!

- Avrà inizio il 30 settembre e durerà fino al 23 novembre la terza edizione dell’iniziativa promossa dalla ASST di Vimercate per combattere lo stigma sulla malattia mentale attraverso le arti

Eventi, mostre, incontri, teatro e cinema.

Sono le arti e le iniziative messe in campo da soggetti che a vario titolo si prendono cura della salute mentale, per coinvolgere la popolazione intorno a tale tema attraverso la proposta di occasioni di approfondimento e svago, molte delle quali con il coinvolgimento diretto del pubblico.

Si comincia il 30 settembre e si va avanti fino alla fine di novembre, con una media di un evento alla settimana.

Quest’anno AS.FRA. è particolarmente coinvolta, essendosi il Centro Diurno assunto il compito del coordinamento della segreteria, partecipando al FLASH MOB previsto nella piazza antistante il Centro Scolastico di Vimercate l’11 ottobre, ma soprattutto chiudendo la rassegna con lo spettacolo comico in 3 atti “PERCHE’ NO?”, della compagnia Portamivia, composta da pazienti e operatori.

Lo spettacolo, a ingresso gratuito, andrà in scena il 23 novembre alle ore 21.00 presso il Cineteatro Il Portico in via Monsignor Grisetti 11/A a Trezzo sull’Adda – MB.


Fotogallery